DESIGN FROM THE ALPS

banda innovazione

L’idea dello Skateboard 360 mi è nata nei primi anni del 2000. Volevo inventare uno snowboard che funzionasse anche l’estate. Il 360 è stato presentato per prima volta nel 2005 a Bolzano. Nel 2006 vince il Volvo Sport Design Award. Il progetto è parte del volume “Design from the Alps 1920-2020″: menzione d’onore al Compasso d’Oro ADI-Design XXVII.

Il 360 è il primissimo skateboard che sfrutta le orbit wheels come mezzo di trasporto.

Lo skateboard unico nel suo genere

Il “360” è un oggetto sportivo pensato per tutti coloro che vivono lo sport con passione, libertà, energia, pazzia ed azione. L’ispirazione è nata da sport come il surf, lo snowboard e lo skateboard. L’utilizzo del 360 è semplice ed intuitivo: infatti, con semplici movimenti del corpo, è possibile pilotare l’oggetto su varie superfici.

Libera Università di Bolzano - Bozen

Assoluto vincitore: “RedDot Design Award” e “Volvo SportsDesign Award”

Il progetto 360 vince il “RedDot Design Award 2008” con un “Best of the Best ” e un “Luminary”. Vince nel 2006 il “Volvo SportsDesign Award at ISPO“; menzionato dall’ “IF Design 2008“. Inoltre, è un progetto finalista all’ “Innovation & Design Awards 2009”. L’oggetto è esposto al museo del RedDot Design di Singapore.

pubblicità e design Alto Adige
sport design
skateboard innovativo sports design

Design from the Alps: tra skateboard e snowboard

Le sensazioni che si provano usando il 360 sono simili a quelle che si possono provare utilizzando uno skateboard, un surf o uno snowboard. Infatti, la naturale posizione che si assume inserendo i piedi all’interno delle ruote rendono l’oggetto assolutamente unico. E’ possibile sfruttarlo in discesa: perché dotato di un sistema di frenaggio, oppure sul piano o in skate-parks per creare evoluzioni. Dove l’unico limite è rappresentato dalla nostra fantasia. In pochi secondi, il 360, è adattabile alle caratteristiche fisiche di chi lo utilizza: è possibile variare l’inclinazione della base di appoggio per i piedi, i copertoni, la pressione delle gomme, la flessibilità e la distanza tra le due ruote orbitali. L’oggetto è creato mediante acciaio, alluminio e materiale composito che lo rendono resistente agli impatti ed estremamente leggero.